A Rimini l’Italia delle emergenze

Tra gli interventi quelli del segretario della Cgil Susanna Camusso

A Rimini si racconta l’Italia delle emergenze. Nel corso dell’VIII congresso di Federconsumatori molti i temi sociali all’ordine del giorno. Tra questi le emergenze. Oggi ne hanno parlato il segretario della Cgil Susanna Camusso, il capo del dipartimento di Protezione Civile Angelo Borrelli, Riziero Santi di Anci, Francesco Vincenzi di Anbi, Roberto Ridolfi della Fao. A coordinare i lavori Riccardo Quintili, direttore de Il Salvagente.

Tra i temi maggiormente evidenziati da Susanna Camusso, intervenendo al congresso di Federconsumatori, alcuni aspetti del decreto Salvini. «Abbiamo un problema. Iniziano i problemi nel settore dell’accoglienza con i primi licenziamenti di italiani», aggiungendo che con il decreto Sicurezza è stato creato un ulteriore problema che riguarda i minori stranieri non accompagnati che «quando compiono 18 anni vengono messi in strada, diventano un problema collettivo. Un’emergenza che non c’era bisogno di inventarsi, se non nella logica che se crei il mostro non c’è bisogno di preoccuparsi di altro».

«L’ideale sarebbe programmare, ma l’emergenza costa di più. Ma vale di più il rendiconto economico che quello sociale della qualità della vita», ha detto il segretario della Cgil Susanna Camusso. A sottolineare l’importanza della prevenzione anche il capo del dipartimento della Protezione Civile, Angelo Borrelli, il quale ha dichiarato che «abbiamo la necessità di mettere in sicurezza il Paese, le infrastrutture».

«Il volontariato è ciò che aggiunge il valore aggiunto al nostro Paese. Necessaria la valorizzazione del lavoro associazionistico e delle professionalità», ha affermato dal palco dell’hotel Ambasciatori di Rimini il presidente della provincia e delegato Anci Riziero Santi. Sul ruolo del volontariato è intervenuta anche il segretario della Cgil. La Camusso ha poi aggiunto che «le ultime generazione hanno consumato risorse che non si rigenerano. Ci vuole una decisione di una governance mondiale, ma non è secondario cosa fanno i singoli Paesi su questi temi». Risparmiare risorse significa anche scegliere, come sul tema della riqualificazione del territorio su cui la Camusso ha dichiarato che «non credo che se abbiamo parti degradate delle città bisogna risanare quelle anziché intensificare le costruzioni».

Ciro Oliviero

Redazione
ADMINISTRATOR
PROFILE

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos