Bomba in centro a Napoli, pizzeria Sorbillo nel mirino

Bomba nel centro di Napoli Pizzeria Sorbillo nel mirino, alle prime ore del nuovo giorno l’esplosione che ha rimbobato nel quartiere, l’assessore Clemente le forze dell’ordine ci diano una mano a individuare subito i responsabili.

Bomba nella notte contro la famosa pizzeria Sorbillo. L’ordigno è stato fatto esplodere davanti all’ingresso del locale in via Tribunali 32, nel cuore del centro antico. Davanti la sede storica del marchio culinario famoso in tutto il mondo che è stata danneggiata al piano terra dall’esplosione. Due porte blindate sono saltate. I danni ammontano ad alcune migliaia di euro.

Al vaglio delle forze dell’ordine le immagini di videosorveglianza.Il locale ha infatti 24 telecamere in zona. L’ipotesi più probabile il racket. «Non ho avuto richieste, hanno colpito un simbolo di legalità e rinascita: una bomba contro di me per avvertire tutti» dichiara il titolare, Gino Sorbillo, aggiungendo che «credo ci siano nuovi equilibri tra clan, sembra una dimostrazione di forza». Il pizzaiolo ha annunciato su Facebook che la pizzeria «è chiusa per bomba» ma, ha assicurato che «riapriremo presto. Mi scuso con tutte le persone che sono rimaste scosse da quest’ennesima cattiva notizia».

Tantissimi in queste ore i messaggi di vicinanza che gli stanno arrivando da cittadini. Anche le istituzioni, come Alessandra Clemente, che ha parlato con noi.

La Federconsumatori commenta con una nota del presidente Rosario Stornaiolo che, da Rimini dove si trova per il congresso nazionale, «è una vergogna quello che è accaduto stanotte a Gino Sorbillo. Siamo vicini a lui ed ai suoi collaboratori. Il suo impegno e l’attaccamento alla città sono da apprezzare». Vicinanza espressa anche dal consorzio Terzo settore che fa sentire la propria voce attraverso un post su Facebook, nel quale si legge che «una violenza assurda e inaccettabile: ad Afragola sono esplose otto bombe in venti giorni, e la violenza stanotte ha colpito anche il centro di Napoli e la pizzeria di Gino Sorbillo DICIAMO BASTA E RIPRENDIAMOCI LE NOSTRE STRADE! Sabato mattina dalle 9.30 saremo nelle strade e nelle piazze di Afragola: invitiamo tutte e tutti, cittadini, studenti, associazioni, movimenti, comitati, parrocchie, a costruire con noi questa mobilitazione e rialzare tutti insieme la testa, per dire che le strade della città appartengono alle persone per bene, a chi lavora, a chi vive onestamente, a chi rivendica il diritto di vivere e lavorare in questa terra senza avere paura».

antonio balasco
ADMINISTRATOR
PROFILE

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos