Costa: «Ambiente è centro ad azione governo»

Si è chiusa la due giorni dedicata all’ambiente organizzata da Rousseau

Si è conclusa questa mattina la due giorni di appuntamenti sull’ambiente organizzata dall’associazione Rousseau legata al M5S. Molti gli ospiti della kermesse Rousseau City Lab che ha discusso di tematiche legate alla salvaguardia del pianeta. Tra questi Davide Casaleggio, il quale ha sottolineato che «abbiamo voluto iniziare a raccontare come l’innovazione si può fare in modo sostenibile e come le innovazioni del passato, che hanno avuto più successo a lungo termine, sono state quelle che hanno pensato alla sostenibilità».

Tra i relatori del primo giorno, oltre ai tanti parlamentari del Movimento e ai consiglieri regionali della Campania del partito pentastellato, anche il sottosegretario all’Ambiente, Salvatore Micillo, il quale ha rimarcato l’attenzione sulla questione bonifiche, tema molto caro all’esponente del governo già dagli anni nei quali era attivista nel suo territorio d’origine, Giugliano in Campania. «Ci sono ancora 170mila ettari di bonifiche non ancora partite. In meno di sei mesi abbiamo recuperato 380 milioni di euro, significa cambiare le priorità», ha dichiarato Micillo.

Nella giornata di oggi l’ospite più atteso era il ministro dell’Ambiente Sergio Costa. Dopo aver raccontato come sia giunto ad assumere l’attuale incarico, dopo anni da generale della forestale prima e dei carabinieri poi, Costa ha sottolineato che «l’ambiente è al centro dell’azione di governo», aggiungendo che il motivo per il quale ha deciso di intervenire a questa due giorni organizzata da Rousseau è insito nella necessità di raccontare ai cittadini quello che il governo sta facendo in tema di ambiente e cioè «la teoria della tutela ambientale che si fonda su piccoli mattoncini che mettiamo assieme giorno per giorno. Le grandi rivoluzioni si fanno con piccole azioni costanti». Il ministero dell’Ambiente ha voluto sottolineare anche che ambiente ed economia non sono in contrasto, in quanto «la green economy crea posti di lavoro, dà risorse economiche e crea un meccanismo diverso. La legge salvamare è già depositata in Consiglio dei ministri. A gennaio approderà alle Camere. Avremo meno plastica monouso nei nostri mari e un mare più salvaguardato».




SULLO STESSO ARGOMENTO POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE:

Il web a sostegno del pianeta

Un successo che chiede la replica

Redazione
ADMINISTRATOR
PROFILE

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos