Eskilstuna, licenza per elemosina

povero-690x450 Eskilstuna, licenza per elemosina

La proposta è del consigliere comunale socialdemocratico Jimmy Jansson

Una licenza per chiedere l’elemosina. Potrebbe sembrare uno scherzo. Ma è un paradosso tutto svedese. Nella città scandinava di Eskilstuna è necessario pagare per chiedere l’elemosina. Una vera e propria tassa di circa 23 euro introdotta dalla nuova amministrazione. I mendicanti che vorranno richiedere la licenza potranno farlo compilando un modulo online o recandosi presso una stazione di polizia con un documento d’identità. Validità della licenza tre mesi. Quanti dovrebbero essere sorpresi a chiedere l’elemosina senza licenza rischiano una multa fino a 375 euro.

Ad ideare la licenza entrata in vigore lo scorso 1 agosto il consigliere comunale socialdemocratico Jimmy Jansson. «Si tratta – ha detto Jansson – di un tentativo di burocratizzare l’accattonaggio, provando a rendere più difficile la richiesta di denaro alle persone. Non solo: questo sistema dovrebbe aiutare senzatetto e altre persone vulnerabili a mettersi in contatto con i servizi sociali».

Per il direttore dell’Osservatorio nazionale sul disagio e la solidarietà nelle stazioni italiane, Alessandro Radicchi, «si tratta di una misura restrittiva per limitare la mendicità. Su questi temi la Svezia è abbastanza organizzata, penso si tratti principalmente di un tentativo di risposta a una sollecitazione dell’opinione pubblica che non vuole vedere persone in strada».

Redazione
ADMINISTRATOR
PROFILE

Posts Carousel

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos