Furlan: Ue garantisca diritti a tutti

abph1629-690x450 Furlan: Ue garantisca diritti a tutti

«Serve un’Europa che garantisca parità di diritti sociali e di condizioni di lavoro a tutti»

La parità dei diritti sociali è una condizione imprescindibile per un’Europa che funzioni. Ne è convinta il segretario generale della Cisl Annamaria Furlan. «Serve un’Europa che garantisca parità di diritti sociali e di condizioni di lavoro a tutti», ha detto in un’intervista pubblicata questa mattina da Repubblica.

Per la Furlan si tratta di «una necessità. Senza parità di condizioni si moltiplicano gli episodi di dumping: porto via il lavoro a te perchè nel Paese accanto pago meno tasse e pago meno chi lavora». In merito a questo punta la Furlan pensa ad un Europa che imponga la stessa tassazione ai ai Paesi membri.

Nel corso della sua intervista il segretario generale della Cisl sottolinea di non essere d’accordo con la proposta del salario minimo avanzata dal Movimento 5 Stelle. Per la Furlan «il salario va contrattato, non imposto per legge. Perchè istituendo il salario minimo come si vuole fare oggi, si finisce per abbassare tutti i salari».

Redazione
ADMINISTRATOR
PROFILE

Posts Carousel