La Cefalea è una malattia sociale

cefalea-testa-690x450 La Cefalea è una malattia sociale

Il testo passa il primo esame della Camera

L’aula della Camera ieri ha approvato in prima lettura il testo che propone di inserire la cefalea tra le malattie invalidanti. Una malattia sociale che colpisce circa il 12 per cento della popolazione nella sua varie forme. Dall’emicrania alla cefalea tensiva a quella a grappolo. Sono dunque 7 milioni gli italiani che devono far fronte a questa malattia. Anche l’Oms la considera una malattia tra le più importanti, ma non è stato dello stesso parere il legislatore italiano. Almeno fino ad oggi.

A promuovere la proposta di legge è la deputata della Lega Arianna Lazzarini. Nel suo intervento la parlamentare ha sottolineato che quella di di ieri è stata una giornata molto importante. «Finalmente – ha detto la Lazzarini – dopo tanti anni è arrivato un riconoscimento importante. La cefalea primaria cronica è stata riconosciuta come malattia sociale».

La proposta della Lazzarini arriva da lontano. Da quando, nel 2011, era consigliere regionale in Veneto. «Sono stata spinta dalle accorate testimonianze di molti cittadini veneti e di molte associazioni. La cefalea primaria cronica figura tra le prime dieci cause di disabilità al mondo. Non stiamo parlando di un semplice mal di testa», ha evidenziato la deputata.

Redazione
ADMINISTRATOR
PROFILE

Posts Carousel

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos