Matera presa d’assalto dagli Stati Generali delle Donne

isa_maggi-690x450 Matera presa d'assalto dagli Stati Generali delle Donne

La prima giornata della due giorni a Matera ha riscosso enorme successo

Gli Stati Generali delle Donne continuano ad essere in movimento. Da Expo 2015 a Matera 2019 il movimento che si occupa di diritti, economia al femminile,  e battaglie civili per promuovere leggi a favore delle donne in materia di diritti e del lavoro continua a far parlare di sè. Ed a lasciare traccia. Termina oggi, la prima delle due giornate dedicate agli Stati Generali delle Donne nella Capitale europea della cultura.

«A Matera ci andiamo per ribadire che l’Italia non è ancora un Paese per donne» aveva annunciato Isa Maggi, 60 anni, commercialista, fondatrice e presidentessa del movimento, spiegando oggi ad una platea immensa «Siamo nate nel 2014 in un’assemblea a Roma da un confronto spontaneo aperto al pubblico. Quattro anni fa, all’Expo di Milano, in occasione della Conferenza Mondiale delle Donne, abbiamo promesso di ritrovarci dopo avere creato in tutte le Regioni reti tra associazioni, professioniste, imprenditrici, sindache e assessore, stilato proposte di legge e documenti programmatici. Lo abbiamo fatto ed eccoci qui. L’obiettivo ora è esserci dove si decide».

Al meeting di oggi a Matera le donne sono arrivate su base volontaria, autotassandosi come sempre, come per ogni tappa storica del loro percorso. «La nostra idea è sostenere, ovunque si voti, candidate che sottoscrivano “il patto per le donne”, una piattaforma comune, declinata sulle esigenze dei diversi territori, a cui le elette possono attingere per realizzare politiche di genere in materia di lavoro, diritti, formazione» spiega Maggi.

Gli Stati Generali per le Donne hanno ormai idee molto chiare, anche a Matera stanno ribadendo che non si sono sentite sostenute dalla politica e quindi hanno deciso di scendere in campo in prima persone. Non esistono ancora le candidature ma è noto che la raccolta comincia domani a Matera e prosegue a Milano, al Think Thank ABC al teatro Verdi per fine febbraio prossimo. Le donne sono in movimento, e non hanno intenzione di fermarsi.

Carmen Cretoso

carmen cretoso
ADMINISTRATOR
PROFILE

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos