Ragazzi musulmani ripuliscono i quartieri londinesi

londra-quartieri-650x450 Ragazzi musulmani ripuliscono i quartieri londinesi

Sono arrivati a pulire più di cinquanta città inglesi, un’azione di senso civico ed appartenenza immensa

Hanno cominciato dagli Speakeasy i Bar più cool d’Europa, fino a pulire le tantissime bottiglie e rimuovere rifiuti in strada. Sono attivi da due giorni in tutti i quartieri londinesi, quelli della movida di migliaia di ragazzi, presi d’assalto la sera del 31 dicembre scorso per festeggiare l’arrivo del nuovo anno insieme. E quello che resta del veglione di Capodanno dei londinesi è stato rimosso in queste ore dai musulmani che vivono a Londra.

Sono un po’ di anni che, nel momento del bisogno della città, i musulmani dei quartieri londinesi si offrono come volontari per rimettere a nuovo le strade inglesi. Ma quest’anno, più degli altri, la loro task force è degna di nota, perché il gruppo è arrivato a più di mille volontari.  La loro è devenuta col tempo una grande associazione. I membri dell’Ahmadiyya Muslim Youth Association (Amya) già dalle prime ore del mattino del primo gennaio erano in strada a raccogliere: bottiglie, cartacce, trombette e resti di cibo. Hanno recitato la preghiera dell’alba poi hanno indossato le giacche a vento e hanno raccolta la spazzatura della notte di San Silvestro. E ieri sera, si contavano cinquanta città pulite.

L’imam britannico Qamar Zafar ha raccontato: «Da Luton a Londra, da Glasgow a Guilford, da Cardiff a Croydon, in tutto il paese oltre 1.000 giovani di Amya hanno partecipato alla pulizia delle strade a Capodanno. L’Islam esorta tutti i musulmani a partecipare a donazioni caritatevoli e ai servizi che fanno bene alla comunità. La nostra associazione sensibilizza i giovani al senso di responsabilità civica e promuove l’armonia all’interno delle nostre comunità locali. Questo vale per tutti, non è una questione di religione».

I volontari sono richiamati da un forte senso civico, che li spinge a ringraziare gli inglesi per la loro ospitalità. Sentirsi così parte della società attraverso un’azione di pulizia che per la loro religione significa soprattutto purificazione dello spirito.

Carmen Cretoso

carmen cretoso
ADMINISTRATOR
PROFILE

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *