Il rapporto Oxfam Federconsumatori

raccolta-uva-690x450 Il rapporto Oxfam Federconsumatori

Il 74,41 per cento preferisce prodotti liberi dallo sfruttamento

I consumatori italiani badano maggiormente all’aspetto sociale dei prodotti che al prezzo. Se sono liberi da dinamiche di sfruttamento di lavoratori sono più inclini ad acquistarli, nonostante la maggiorazione del prezzo. Questo succede nel 74,41 per cento dei casi. Solo il 21,8 per cento ritiene il fattore prezzo determinante nella scelta dei prodotti. A dirlo il sondaggio prodotto da Oxfam e Federconsumatori.

Una larga percentuale del campione intervistato non conosce però bene il fenomeno dello sfruttamento nella filiera agricola. Ben il 78,20 per cento dichiara di non avere adeguate informazioni per poter riconoscere nei supermercati i prodotti che assicurano una equa redistribuzione del valore tra tutti gli attori della filiera.

Sullo sfruttamento dei lavoratori nella filiera agricola il 63,34 per cento degli intervistati ritiene che la maggiore causa sia l’infiltrazione mafiosa. Il 54,11 per cento ritiene che sia colpa degli imprenditori agricoli. La mancanza di controlli nelle aziende agricole è il motivo dello sfruttamento per il 51,62 per cento degli intervistati.

«I consumatori ci dicono di non voler essere complici inconsapevoli dello sfruttamento nei campi. Senza informazioni ed elementi che garantiscano la piena trasparenza sul rispetto dei diritti umani nelle filiere, i consumatori non riescono ad esercitare una scelta responsabile che pure dichiarano, senza esitare, di voler compiere», ha detto Giorgia Ceccarelli, policy advisor di Oxfam Italia.

Stupito positivamente della consapevolezza che lo sfruttamento non si origina e esaurisce sui campi, il presidente di Federconsumatori, Emilio Viafora. «Ben il 44 per cento degli intervistati – ha detto Viafora – considera lo schiacciamento dei prezzi pagati dalla grande distribuzione per rifornire i propri scaffali e le scelte di acquisto compiute dai consumatori, solo in base alla convenienza economica di un prodotto, tra le cause principali dello sfruttamento del lavoro a discapito degli anelli più deboli della filiera di produzione».

Redazione
ADMINISTRATOR
PROFILE

Posts Carousel

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos