25 mila rom nelle baraccopoli

2025082_RNT_7588 25 mila rom nelle baraccopoli

Sono solo 127 i campi autorizzati ad ospitare rom

Uno studio di Amnesty e 21 Luglio sulla condizione abitativa delle comunità rom e gli sgomberi forzati ha evidenziato che sono circa 15 mila le persone che vivono negli insediamenti formali. Di questi circa la metà sono minori e il 45 per cento ha la cittadinanza italiana. Nei campi informali vivono circa 10 mila persone. In totale si arriva a circa 25 mila persone, pari allo 0,04 per cento della popolazione.

Come l’associazione 21 luglio ha raccontato più volte gli insediamenti formali sono presenti solo in Italia. In totale sono 127, distribuiti in 74 comuni. Gli insediamenti informali sono molto di più e spesso molto più piccolo. Nella capitale sarebbero circa 300. In questi vivono non solo romeni, ma anche bulgari. Spesso si tratta di lavoratori stagionali.

Nello studio, presentato ieri alla Camera dei Deputati in occasione della Giornata internazionale per i diritti dei rom, si evidenzia un leggero abbassamento dei numeri dettato dall’inserimento abitativo autonomo o il trasferimento in altri Paesi. In quest’ultimo caso l’emigrazione maggiore si registra verso i Paesi del nord Europa o nei Paesi di origine.

Amnesty e 21 luglio hanmo analizzati anche gli sgomberi forzati. Solo a Roma nel 2018 sono stati 40. 1.300 i rom sgomberati. 1,6 milioni di euro la spesa stimata. Nel 2018 risultano 6.030 i rom e sinti registrati nel comune di Roma, ovvero lo 0,20 per cento della popolazione.

Redazione
ADMINISTRATOR
PROFILE

Posts Carousel