Val d’Aosta bandisce la plastica monouso

plastica-690x450 Val d'Aosta bandisce la plastica monouso

Lo ha detto l’assessore all’Ambiente, Albert Chatrian

Pochi mesi fa la Commissione europea ha avviato una campagna per la riduzione della plastiche. Le procedure coinvolgono tutti i Paesi membri già dall’anno in corso. La volontà è quella di ridurre fino ad arrivare all’esclusione dal mercato di determinate tipologie di oggetti plastici. Alcune regioni provano ad anticipare i tempo. Come la Valle d’Aosta che ha deciso di avviare la riduzione di plastica monouso nelle feste e sagre.

Nel corso dell’ultima seduta del consiglio regionale l’assessore all’Ambiente, Albert Chatrian, ha chiarito anche la posizione dell’ente regionale rispetto alla diffida giunta dall’associazione italiana distribuzione automatica. Non solo la richiesta agli enti pubblici è legittima, come ha evidenziato Chatrian, ma rientra nelle competenze della Regione, ma «è pienamente coerente con le disposizioni comunitarie e nazionali in materia di gerarchia di gestione dei rifiuti», ha detto l’assessore all’Ambiente della Valle d’Aosta.

Nel corso del suo intervento Chatrian ha ricordato che la Regione già nel 2015 aveva divulgato una nota con cui venivano fornite agli organizzatori di fiere, sagre e feste indicazioni precise sull’obbligo di adottare principalmente piatti, bicchieri e posate monouso e in materiale compostabile.



SULLO STESSO ARGOMENTO POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE:

Raccogli un tappo per un sogno

A Latronico mensa plastic free

Costa: «Ambiente è centro ad azione governo»

Redazione
ADMINISTRATOR
PROFILE

Posts Carousel

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos